UN RACCOLTO COI FIOCCHI

Consigli per ottenere la massima resa dalle tue piante su Semi24.it!

Vuoi il meglio per le tue piante come coltivatore: il miglior fiore, l’altezza perfetta e la massima resa. Tutti questi componenti messi insieme creano un impianto di successo a cui vale la pena dedicare tempo, energia e attenzione. Non c'è niente di peggio che lavorare per ore, se non mesi, alle tue piante, solo per ricevere una bassa resa con pochissime gemme. Mentre alcune varietà producono naturalmente una resa maggiore rispetto ad altre, ci sono ancora cose che puoi fare come coltivatore per aumentare le tue possibilità di migliorare il raccolto.  Speriamo che questi suggerimenti siano utili!

5 varietà di marijuana ad alto rendimento

Quando si tratta delle tue piante di marijuana, conta davvero la qualità rispetto alla quantità o vice versa? Idealmente, le tue piante dovrebbero avere sia un'alta resa che un’elevata potenza - e no, non è troppo bello per essere vero. 

Con le varietà giuste e le giuste attenzioni è possibile! Il livello di produzione della tua pianta dipende prima di tutto dalla sua genetica, dai nutrienti, dai mezzi di coltura, ambiente e clima. 

 

Con questo in mente, ecco cinque varietà con genetica che in genere le predispongono a rese più elevate.

Dinafem - Moby Dick Femminizzata 

Buddha Seeds - Magnum Automatica 

Green House - White Rhino 

Barney’s Farm - ShiskaBerry Femminizzata

Sensi Seeds - Jack Herer Femminizzata 

 

Come aumentare la resa in marijuana

1) Trellising. Hai già visto uno spot pubblicitario di uno shampoo, giusto? Bene, allora non ti sarà difficile capire il confronto. Per avere capelli lunghi e sani, hai bisogno di un cuoio capelluto sano e radici forti. Niente può crescere senza una base solida. Per spingere le radici delle tue piante a fortificarsi, puoi  usare la tecnica del Trellising: il palizzazzamento, è una tecnica di giardinaggio popolare che utilizza legno, metallo o bambù per sostenere fusto e rami, .aiutando la pianta a mantenere le radici forti e robuste mentre cresce in orizzontale o in verticale.

 

2) Training. Se riesci ad addestrare un cucciolo, chi può dire che non puoi addestrare altri esseri viventi, come le piante di marijuana? Anche le piante possono essere indotte a crescere come si preferisce, purché , soprattutto durante la vegetativa, quando è più fragile e relativamente debole , si utilizzi un metodo di allenamento a basso stress per evitare che i rami si incastrino. Se ciò accade, può portare a una crescita irregolare e un rendimento inferiore. Un esempio di allenamento a basso stress (LST) è la distensione dello stelo principale e dei rami laterali separandoli con una corda. Sii gentile e leggero. LST può aiutare le tue piante a crescere verso l'esterno in una forma a cespuglio più simmetrica e piena.

 

3) Aumentare le dimensioni dei vasi. L'errore peggiore che puoi fare come coltivatore è far crescere più piante di quante ne possa effettivamente gestire. Se ti senti a tuo agio con cinque piante, considera di dimensionare correttamente l'attrezzatura che stai utilizzando per farle crescere. Supponiamo che tu abbia iniziato il tuo viaggio vegetativa con un vaso da 10 litri di terreno: hai abbastanza spazio per travasare in un vaso più grande fino a 20 litri?  A rischio di sembrare come il signor Ovvio, un modo per aumentare la resa è aumentare la produzione. Le piante di marijuana amano il loro spazio e generalmente producono rese più elevate quando hanno più spazio per crescere. Più grande il vaso, più esteso l’apparato radicale, più grande e produttiva la pianta: ricordate però che le piante hanno bisogno di luce e dovete sempre tener presente lo spazio che avete per poter far crescere le piane con la maggior luce possibile: per farla breve: inutile far crescere un bosco se poi nel sottobosco la luce non arriva o non riuscite a lavorare, sarebbe solo uno spreco di energie che non renderà la pianta più produttiva. 

 

4) Aumentare l'intensità della luce. Poiché il tuo impianto di illuminazione è correlato al tuo budget, potrebbe non essere possibile per tutti i coltivatori modificare i livelli di intensità con un interruttore o un dimmer. Anche se stai coltivando marijuana con un budget limitato, considera di spostare le tue piante in una sezione della tua casa che produce più o meno luce (più lontano dalla finestra). I coltivatori con un'adeguata configurazione della luce dovrebbero ricercare lampadine a risparmio energetico che ridurranno i costi energetici e ridurranno il rischio di stress termico. I nuovi Led sono un’ottima soluzione: più costosi inizialmente, ma vi permettano un grosso risparmio in bolletta! 

 

5) Controllo climatico. Questo vale più per i coltivatori outdoor che hanno a che fare con neve, venti forti e forti piogge. All'interno i coltivatori dovrebbero ritenersi fortunati di non sperimentare solitamente freddo estremo e ondate di calore. Ma per tutti i tipi all'aperto, mantieni le tue piante di marijuana lontano da temperature al di fuori dei 21–29 ° C.  La temperatura consigliata senza luce è tra i 14–21 ° C. Per quanto riguarda i livelli di umidità, cercate di mantenerlo intorno al 50–70%.

 

La cosa più importante da tenere a mente durante la raccolta è che tutte le piante di marijuana sono esseri viventi con i propri bisogni. Non esistono due varietà di marijuana uguali. Come gli esseri umani, i loro interessi cambiano a seconda della loro maturità, del loro ambiente e del tempo. Non è mai una scienza esatta, ma questi cinque consigli dovrebbero aumentare la tua resa in pochissimo tempo!

Cosa stai cercando?